Chiacchiere (o bugie)

Chiacchiere (o bugie)

Le chiacchiere (o bugie) insieme alle castagnole sono un altro dolce tipico del Carnevale.
Conosciute in tutta Italia, hanno nomi differenti a seconda della regione.  Vengono chiamate anche bugie, frappe, crostoli, gale, lattughe.

La ricetta base prevede che esse siano cosparse di zucchero a velo dopo la cottura ma, tra le numerose varianti si possono trovare ricoperte di cioccolato, miele, bagnate da liquori o accompagnate da salse dolci.

Anche in questo caso come per le castagnole sono ricorsa alla ricetta della mia mamma. In questa variante come potete notare, si utilizza il vino al posto della grappa ma se preferite potete sostituirlo con un liquore. Potete inoltre aggiungere altri aromi al posto della vaniglia come scorza di limone o arancia grattugiata.

Chiacchiere (o bugie)

Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 50 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 30 g di burro morbido
  • 2 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 pizzico di sale
  • i semi di un baccello di vaniglia
  • zucchero a velo qb
  • olio per friggere qb

Istruzioni

  1. Su una spianatoia versate la farina, formate un incavo nel centro e aggiungete lo zucchero, le uova, il burro freddo a pezzettini, la vanillina e il vino. Mescolate in modo da far assorbire i liquidi alla farina.

  2. Quando l'impasto sarà diventato liscio ed elastico stendetelo con la macchinetta per la pasta posizionando la rotella sul numero 4.

  3. Ricavate dalle strisce ottenute le forme che più vi piacciono (la classica è il rettangolo con il taglio centrale o il nodo, io non avendo la rotella dentellata o cercato di fare qualcosa di carino avvolgendole su se stesse).

  4. Friggete le chiacchiere in abbondante olio caldo (non dovrà essere bollente altrimenti si scuriranno subito senza gonfiare) per pochi minuti. fatele asciugare su della carta assorbente e spolverizzate con lo zucchero a velo.

  5. Scolate su della carta assorbente e spolverizzate con lo zucchero a velo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *