Ciao Amore…

Ciao Amore…

L’idea di Menta e Salvia è nata in un pomeriggio di non so più quanti anni fa ed è rimasta lì per altrettanti anni fino a quando non ho ritrovato lui.

Durante il salone del libro nel 2012 mentre curiosavamo tra i vari banchi stipati di libri, lo guardai e gli chiesi “Come si fa ad aprire un sito di ricette?” e la sua risposta fu “Di ricette? Cosa vuoi fartene? E’ pieno!”.

Di lì a poco capì quanto la cucina fosse importante per me e nel giro di qualche settimana il mio blog iniziava a prendere forma.

Quando scelsi il nome lui mi disse “Io sono la menta e tu la salvia, va bene?”. Non lo amavo ancora, ma avevo capito da tempo che in lui c’era qualcosa di speciale.

Due anni dopo abbiamo iniziato a vivere insieme. Quattordici anni di differenza, esperienze di vita diverse. Abitudini da riassestare, una cagnolina che era la sua vita. Quattordici anni che non si sentivano, ci compensavamo in tutto. Yin e Yang: due entità opposte e complementari che formano la totalità.

Poi l’ombra della malattia che da subito ha iniziato a pesare sulle nostre teste come una spada di Damocle. Ma noi eravamo ottimisti, continuavamo a proggettare. Sognavamo una vita migliore che non ci regalasse altro che un po’ di serenità.

La nostra famiglia è cresciuta, sono arrivati altri due cagnolini e quasi due anni fa, il primo giorno di primavera, siamo diventati ufficialmente marito e moglie, anche se ci ritenevamo tali già da anni.

Era il mio compagno, un marito sempre presente, la parte razionale che mi faceva calmare quando ero furibonda, qulla parte meravigliosa di noi che riusciva a consolarmi nei momenti di sconforto. Mi prendeva per mano quando eravamo in strada, mi aspettava tutte le sere all’uscita da lavoro per non lasciarmi sola nemmeno per un attimo.

“Amore stai tranquillo, non sono mica l’unica a tornare a casa da sola” e la sua risposta era sempre la stessa “Io a mia moglie ci tengo, non esiste!”.

Venivo io prima di tutto, prima di ogni cosa, prima di chiunque. Ero la sua donna, sono diventata sua moglie e più tempo passava più lui era orgoglioso di me. Erano i miei occhi speciali. Quegli occhi che mai nessuno aveva poggiato su di me.

E’ stato un pirata o meglio un vichingo. Ha lottato con tutto se stesso senza farmi scordare nemmeno per un momento quanto mi amasse. Il 31 dicembre ha deciso che era giunto il momento di andare via e dopo avermi stretta forte e avermi detto “Ricordati sempre che ti amo da morire” è andato via, lasciando un vuoto che nessuno potrà mai colmare e un dolore che in questo momento è straziante.

Ora nulla sembra avere più senso. Le parole di circostanza, tante, a volte troppe, non aiutano, ma credo allo stesso momento che il silenzio assoluto sarebbe ancora più doloroso.

Menta e Salvia andava avanti a rilento ultimamente, il tempo era poco a causa del lavoro e degli orari scombussolati che mi hanno fatto scambiare il giorno con la notte. Il tempo che c’era lo dedicavamo tutto e solo a noi.

Per qualche istante ho pensato di abbandonare tutto. Nessuno sarà più l’assaggiatore ufficiale, nessuno prenderà il suo posto nemmeno qui, tra codice e url. Nessuno potrà essere di nuovo la menta.

Ma lui non voleva questo. Una volta durante una lite (3 in 8 anni) mi aveva detto che a Menta e Salvia non avrei dovuto rinunciare per nulla al mondo, perchè era qualcosa che andava oltre me e lui. In realtà tra queste ricette ci siamo noi e solo noi. Menta e Salvia continuerà ad esserci perchè lui anche se non lo vedo, continuerà sempre ad essere qui.

Ciao amore, vieni a trovarmi nei miei sogni più belli…



7 thoughts on “Ciao Amore…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *