Giorno 7: zenzero candito

Giorno 7: zenzero candito

Diversi anni fa, nell’area relax di una spa, tra tisane e frutta fresca, scoprimmo in un vasetto lo zenzero candito.

Ci mettemmo un po’ a capire cosa fosse ma, il Biondo ne fu così entusiasto che da allora, lo preparo con una certa frequenza.

Il procedimento è abbastanza lungo, (ricorda molto quello delle scorze di arancia candite) ci vogliono cinque giorni, ma vi assicuro che non ha nulla a che vedere con quello confezionato che si trova al supermercato.

Zenzero candito

Preparazione 30 minuti
Cottura 1 ora 10 minuti
Tempo totale 1 ora 40 minuti

Ingredienti

  • 600 g di zenzero fresco
  • 800 g di zucchero semolato (più quello per la copertura)
  • 500 ml di acqua

Istruzioni

  1. 1° GIORNO: con un pelapatate togliete la buccia allo zenzero (vi suggerisco di usare un paio di guanti). Tagliate lo zenzero prima a fette e poi riducetelo ad una dadolata.

  2. Mettete lo zenzero in un contenitore e copritelo con acqua fredda. Lasciatelo riposare per 30 minuti dopodiché mettetelo in una pentola e copritelo a filo con acqua. Portate il tutto ad ebollizione e fate cuocere per 15 minuti. RIPETETE QUESTA OPERAZIONE PER 3 VOLTE.

  3. Nel frattempo preparate uno sciroppo con acqua e zucchero e fatelo cuocere per 5 minuti.

  4. Scolate lo zenzero dall'acqua di cottura e versateci sopra lo sciroppo bollente. Lasciatelo riposare per 12 ORE.

  5. 2° GIORNO: Togliete lo zenzero dallo sciroppo. Portate nuovamente lo sciroppo ad ebollizione e fatelo cuocere per 10 minuti.

  6. Versate lo sciroppo sullo zenzero e lasciate riposare il tutto per 2 giorni.

  7. 4° GIORNO: Portare tutto ad ebollizione (sciroppo e zenzero), fate cuocere per 5 minuti e lasciate riposare tutto per 1 GIORNO

  8. 5° GIORNO: Portare nuovamente tutto ad ebollizione, fate cuocere per 5 minuti e lasciate intiepidire leggermente. A questo punto scolate lo zenzero e fatelo raffreddare completamente su una gratella.

  9. Una volta freddo passate lo zenzero nello zucchero semolato (o se preferite nel cioccolato) e poi in un colino a maglie fitte per togliere quello in eccesso. Una volta terminata questa operazione conservate lo zenzero in un vasetto a chiusura ermetica.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *