Malfatti ricotta e spinaci

Malfatti ricotta e spinaci

 

Nella continua ricerca di ricette da proporre, ho ripescato dalla mia libreria Fegato qui, fegato la, fegato fritto e baccalà, dopo averlo sfogliato, letto e riletto, finalmente ho trovato il tempo per preparare una delle ricette che avevo segnato sulla lista delle “da fare”.

Ricotta e spinaci è uno degli abbinamenti più riusciti, come cacio e pepe, cioccolato e nocciole, Tristano e Isotta, per dire… E i malfatti sono decisamente più veloci da preparere rispetto ai ravioli e ugualmente buoni. Naturalmente la perfetta riuscita e data dalla qualità degli ingredienti.

Malfatti ricotta e spinaci

Ingredienti:

  • 1 kg di spinaci
  • 500 g di ricotta
  • 2 uova
  • 2 tazze di parmigiano grattugiato
  • sale qb
  • pepe qb
  • noce moscata qb
  • farina qb
  • burro qb
  • 4 o 5 foglie di salvia

Procedimento:

  1. Cuocete gli spinaci con la sola acqua che rimane dopo l’ultimo lavaggio. Quando saranno appassiti lasciateli raffreddare, strizzateli per bene e sminuzzateli con un coltello.
  2. Aggiungete la ricotta setaccita in precedenza, il parmigiano e le uova. Regolate di sale e pepe e se l’impasto dovesse essere troppo morbido aggiungete della farina ( va bene anche il pangrattato o i fiocchi di patate).
  3. Portate ad ebollizione una pentola di acqua e nel frattempo formate delle quenelle con l’impasto che terrete su di un piano ben infarinato. Cuocete in acqua salata fino a quando non saliranno in superficie. Scolate e trasferite in una pirofila.
  4. Accendete il forno e fatelo scaldare fino ai 180°C.
  5. Sciogliete il burro con la salvia, fate scaldare per bene e versate sui malfatti. Spolverate con un’abbondante manciata di parmigiano, infornate e cuocete per 10/15 minuti.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.